Il coniglio nano è uno degli animali da compagnia più amati e diffusi nelle case italiane: piccolo e morbido, viene scelto per la sua grande dolcezza e simpatia e per il suo carattere docile, adatto alle famiglie con bambini e a ogni tipo di spazio e conformazione della casa.

Ne volete uno con voi o ne avete appena adottato uno? E allora meglio iniziare a capire in che modo fare per nutrirlo correttamente e farlo crescere sano, forte e felice.

I tre pilastri dell’alimentazione del coniglio nano

Ci sono tre alimenti che devono comparire sempre nella dieta quotidiana del coniglio nano: sono il fieno, la frutta e la verdura. Grazie al mix tra fibrevitamine e altri nutrienti in essi contenuti, dal calcio per le sue ossa ai minerali per il suo pelo lucido, il coniglio nano cresce in salute e il suo benessere è assicurato.
Per le dosi, meglio rivolgersi inizialmente al veterinario: optate comunque per l'alternanza tra cibo fresco e snack confezionati e garantire sempre un pasto completo al giorno.
cibi freschi sono fondamentali per la sua crescita e per assecondare il suo bisogno di sgranocchiare durante la giornata, gli snack e i mangimi, arricchiti di vitamine e minerali, assicurano la sua corretta crescita e bilanciano i suoi bisogni.

Il coniglio nano cucciolo e adulto

Il coniglio nano, appena nato e terminata la fase in cui viene allattato dalla mamma, il piccolo ha bisogno di molta energia e in particolare di una buona dose di calcio aggiuntiva.
Che deve poi essere ridotta quando il coniglio nano compie un anno di vita. Cosa mettere dunque nella sua gabbietta? Innanzitutto fieno a volontà.
E poi frutta e verdura: sedano e finocchi son perfetti ogni giorno, e poi a rotazione è possibile offrire carote, insalate di varie tipologie, dalla belga alla riccia, e ancora la frutta, come la mela, da fare a pezzettini prima di offrirla al coniglietto.
Attenti invece ad alcuni alimenti che potrebbero infastidire il suo stomaco delicato: no a dolci e zuccheri raffinati, così come ai carboidrati come pasta e pane.